IMPRENDITORIA GIOVANILE

 

 

INCENTIVI ALL'IMPRENDITORIA FEMMINILE
(Legge n.215 del 25/02/1992)

 

Beneficiari

Piccole imprese  di  "prevalente  partecipazione femminile":

- SocietÓ di persone composte per almeno il 60% da donne.
- SocietÓ di capitali controllate per almeno i 2/3 da donne, i cui consigli di amministrazione siano composti per i 2/3 da donne.
- Imprese individuali costituite da donne.

Iniziative ammissibili

1) "avvio di attivitÓ" imprenditoriale (imprese giÓ esistenti, senza alcun fatturato);
2) "acquisto di attivitÓ" preesistente
3) realizzazione di "progetti aziendali innovativi"
4) "acquisizione dei servizi reali"
 

Spese ammissibili

       a) impianti generali
       b) macchinari e attrezzature
       c) brevetti
       d) software
       e) opere 
       f) studi   di   fattibilitÓ   e  piani  d'impresa

 I  beni  acquistati  per  la  realizzazione  del programma di investimenti  non  devono essere ceduti, alienati o distolti dall'uso per  almeno  cinque anni dalla data di concessione dell'agevolazione, pena la revoca totale o parziale delle agevolazioni concesse.

Contributi

L'agevolazione prevede un contributo in conto capitale.
 

Concessione  dei contributi: avviene mediante un sistema a bandi e graduatorie.

Le graduatorie regionali sono articolate nei seguenti tre macrosettori:

       - "agricoltura";
       - "manifatturiero e assimilati";
       - "commercio, turismo e servizi".

Presentazione delle domande: possibile presentare le domande solo dopo la pubblicazione del Bando sulla Gazzetta Ufficiale.
 

 

BACK

 


Home|Chi siamo|Contatti|Collabora con noi